5 modi per avere un migliore rapporto con il cibo

Schermata 2015-02-18 alle 16.30.55Com’è il vostro rapporto con il cibo? Amore e odio? Lo considerate importante solo dal punto di vista nutritivo o anche fondamentale per la salute, il benessere e la felicità?
Per rispondere ai quesiti vogliamo condividere con voi i nostri migliori consigli per rendere positivo il vostro rapporto con il cibo.

1. Fare qualcosa
Andate in cucina, scatenate la creatività: preparare un piatto fatto con cura, per voi stessi, con l’intenzione di nutrirvi ma anche godere dell’esperienza di preparazione, mangiare e condividere è molto importante per innescare un rapporto positivo con il cibo.

2. Attenzione al linguaggio
Possiamo solo bandire il termine “incolpevole” in questo momento? Dire che qualcosa è incolpevole implica che il cibo ha il potere di farti colpevole o che un alimento in sé può essere colpevole.
Ciò non ha alcun senso, toglie il piacere di mangiare, e provoca un effetto negativo su molti cibi deliziosi.
Provate ad accettare alimenti per quello che sono… cibo. Se vi piace il gusto di un determinato cibo, e ciò vi fa sentire bene, e ve lo gustate appieno, allora questa si che è una grande scelta, non importa quanti grassi o calorie contiene. Se invece non vi piace il sapore di un alimento, o non vi fa sentire molto bene, allora probabilmente non la scelta giusta per voi, non importa quante celebrities glielo hai visto mangiare o bere.

3. Accettare il godimento dal cibo:
Il cibo è meraviglioso ed è giusto goderne. Capita spesso che se mangiate cibi che vi piacciono veramente, finite per mangiare di meno nel complesso. E ricordatevi: non dovete avere senso di colpa nel mangiare cose che amate!

4. Focalizzatevi sulle sensazioni
Un test che usiamo con i nostri clienti (e che usiamo noi stessi) è quello di chiedere se ciò che stiamo mangiando ci fa sentire bene. Quando, immediatamente? Dopo due  ore? Il giorno dopo? Se la risposta è sì a tutte e tre queste domande, non esitate. Se la risposta è no a qualsiasi di questi, allora è il momento di parlare con voi stessi del vostro rapporto con quel determinato cibo, perché lo volete, che emozioni vi suscita. Ponetevi come obbiettivo il sentirvi bene e lasciate che il cibo sia protagonista di quel vostro feeling positivo.

5. Saltare gli “alimenti dietetici” a meno che vi piacciano tanto
Uno studio dell’Università di Yale ha rilevato che i soggetti che hanno mangiato un cibo etichettato “dietetico” hanno avuto incrementi di markers ormonali della fame. Non c’è bisogno di ricordarvi questo, la maggior parte di noi sa che saremmo sicuramente tutti più soddisfatti con il cibo naturale e biologico: non c’è alcun bisogno di zuccheri, grassi falsi falsi, ecc in una dieta sana,  si può mangiare la roba vera, in quantità adeguate, e rimanere in buona salute e sentirsi bene.

Leggi l’articolo originale su huffingtonpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *