A tavola fai una scelta sostenibile: riduci scatolette e patatine confezionate

la-mia-salute-scatoletteIl pianeta non è una fonte inesauribile di risorse. Il cibo costa, soprattutto alla nostra terra: per produrlo e per eliminarne gli scarti, infatti, serve tantissimo impegno da parte di Madre Natura.

Noi, però, possiamo fare qualcosa e dare il nostro contributo.

Riduci scatolette e patatine confezionate!

Basta col cibo spazzatura, con la dieta inquinante e con l’ambiente invaso da immondizia non smaltibile: siete amanti del tonno?

Bene, compratelo fresco ed evitate le scatolette: sarebbe già un grande passo avanti, non solo per la Terra ma anche per la vostra salute.

E le patate? Un buonissimo cibo sostenibile, coltivabile ovunque e sano: basta che non si tratti delle classiche patatine fritte, che di salutare hanno davvero poco, trattandosi di autentiche bombe caloriche.

E oltre che poco digeribili, sono anche confezionate in sacchetti difficilmente riciclabili.

Attenti anche al dolcissimo zucchero: oltre a non fare bene se assunto in quantità eccessive, la sua raffinazione richiede passaggi molto complessi.

Scegli cibi eco-sostenibili

La scelta di cibi semplici e integrali è la via migliore per fare un favore a se stessi e alla natura: purtroppo gli italiani che utilizzano il pane nero, la pasta e il riso integrale, il farro e l’orzo sono davvero pochi.

Solo nel consumo di olio d’oliva e di latticini sembriamo essere sulla buona strada.

Ma non serve limitarsi solo nel cibo: bere più acqua dal rubinetto (se potabile) farebbe risparmiare preziose risorse idriche e tanta, tanta plastica.

Altri consigli sostenibili? Uova, legumi e un’attenzione particolare agli avanzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *