Bevi bene, bevi sano…e vai lontano!

bere-acquaL’acqua è il componente predominante del nostro organismo, rappresenta infatti circa il 60% del peso corporeo di un adulto.

La quantità di acqua prodotta con il metabolismo non è sufficiente a coprire il fabbisogno giornaliero dell’individuo, quindi è necessario introdurla tramite bevande e alimenti.
L’acqua, oltre ad essere lo strumento attraverso il quale l’organismo elimina le scorie ha anche la funzione di ammortizzatore nelle articolazione e nei tessuti epidermici, afferma la D.ssa Mariangela Rondanelli,  professore Associato in Scienze e Tecniche Dietetiche Applicate all’Università di Pavia.

La Società italiana di Nutrizione Umana raccomanda di bere un quantitativo pari a 1 ml per ogni kcal di energia spesa e per mantenere un’adeguata idratazione nell’organismo è necessario bere con regolarità e consumando la giusta quantità (un litro e mezzo almeno al giorno).
Ci sono diversi tipi di acqua, a seconda di ogni esigenza: da quelle a basso contenuto di sali a quelle più o meno acide, ecc.

La D.ssa Rondanelli  spiega inoltre che l’acqua povera di minerali è consigliata per preparare piatti come il risotto, le zuppe o il the e le tisane oppure è raccomandata a chi soffre di calcoli renali in associazione ad una dieta iposodica, ideale per favorire la diuresi.

Un consiglio pratico è quello di bere acqua ogni trenta minuti anziché berla tutta d’un sorso.

E’ importante inoltre saper “leggere” l’etichetta dell’acqua, riconoscendo il ph, il residuo fisso e il contenuto di sodio.

Fonte lastampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *