Archivi categoria: Alimentazione

Limone e acqua calda: ok per disintossicarsi ma…i denti?

la-mia-salute-acqua-calda-e-limoneDa diverso tempo si sente parlare degli svariati benefici al nostro organismo apportati da limone e acqua calda bevuta al risveglio.

Una sana abitudine confermata e promossa anche da diversi personaggi dello spettacolo internazionale.

Tra questi, Jennifer Aniston e Gwyneth Paltrow che si sono dichiarate sostenitrici della miracolosa bevanda.

I tanti sostenitori affermano, infatti, che bere limone e acqua calda al mattino sia ottimo per disintossicarsi e purificarsi dalle tossine, aiutare il sistema immunitario e la digestione, favorire la perdita di peso.

Il limone ha molte proprietà utili per l’organismo: è ricco di vitamina C e di potassio, che aiutano a stimolare le funzioni nervose e bilanciano la pressione arteriosa; la vitamina C è anche un forte alleato per la cura della pelle, in quanto aiuta ad eliminare le tossine dal sangue, facendo diminuire rughe e imperfezioni. Continua a leggere

Che origine hanno gli Omega 3?

omega-3pesci-lamiasaluteGli Omega 3, conosciuti anche con il termine più specifico di grassi polinsaturi, sono molecole che hanno reso possibile la vita sul nostro pianeta come oggi la conoscoiamo.
La loro importanza risiede in un ruolo fondamentale nell’ambito della difesa contro le malattie cardiache e, secondo studi recenti resi pubblici dalla Nutrition Foundation of Italy il loro ruolo è di primaria importanza anche in altri ambiti.
Secondo tali studi infatti l’origine dei grassi polinsaturi corrisponde alla comparsa della vita marina. In questa circostanza, oltre alla sopra citata caratteristica, gli Omega 3 possedevano anche il ruolo di molecole che rendevano migliore l’adattamento all’ambiente delle nuove specie marine. Continua a leggere

Il peperoncino fa bene al tuo fegato!

peperoncinoMangiare bene è cosa assai gradita sia per il nostro palato che per la nostra salute, specie se si tratta di prodotti che sono importanti per la prevenzione di tante patologie e malattie.

Vi sono innumerevoli alimenti preziosissimi per la nostra salute, tra questi vi è senza dubbio il peperoncino, che si è scoperto essere molto utile per il nostro fegato.

Questo è dovuto grazie alla presenza in esso di una sostanza, la capsaicina, che è poi la stessa sostanza che gli conferisce il sapore più o meno piccante.

Continua a leggere

I 5 cibi da evitare per rimanere giovani sempre più a lungo

giovani-piu-a-lungoCi si affanna spesso alla ricerca di creme e prodotti estetici per avere sempre un aspetto giovane, ma non ci si rende conto frequentemente che la prima soluzione potrebbe essere una corretta alimentazione.

Numerosi sono infatti i cibi considerati veri e propri acceleratori dell’invecchiamento poiché responsabili di danni a cellule.

Così la dietologa australiana, Susie Burrell, ha approfondito i suoi studi su tale argomento, stilando una lista dei cinque cibi da evitare per rimanere giovani.

Attenzione soprattutto rivolta a cibi molto dolci o salati che dunque possono avere effetti rilevanti sull’organismo.
Nei cinque cibi da evitare per mantenere sempre un aspetto giovane troviamo i muffin. Continua a leggere

Non riesci a dormire a causa del caldo? Prova con questi cibi

insonnia-caldoGli italiani con problemi legati al sonno, soprattutto nei giorni più caldi dell’anno, sono circa 12 milioni.

Secondo Coldiretti per riuscire a dormire quando la temperatura è più alta è importante seguire una giusta alimentazione; è consigliabile mangiare alimenti che contengono carboidrati, formaggi, uova, frutta e verdura mentre cibi in scatola, alimenti troppo conditi, alcolici e caffè sono sconsigliati.

Per evitare difficoltà nel prendere sonno non si deve mangiare troppo poco ma nemmeno troppo ed è suggeribile evitare cibi difficilmente digeribili. Continua a leggere

Vuoi un cervello sempre giovane? Ecco i cibi giusti per te!

cervello-giovaneIndubbiamente chiunque cerca di mantenere sempre giovane e in forma il proprio fisico.
Quanti di voi tengono il proprio cervello in forma?
Ecco una serie di cibi adatti a rallentare l’inevitabile declino cognitivo.

1) Il cioccolato. Proprio così, infatti, i flavanoli, contenuti nel cacao presentano la peculiarità di potenziare le capacità mnemoniche sviluppando una specifica area del cervello.

2) I mirtilli. Questi frutti hanno effetti positivi sulle facoltà neurocognitive. Secondo tali bacche rafforzano la segnalazione neuronale tra le diverse aree cerebrali.

3) Le noci. Come noto, mangiare quotidianamente qualche noce potrebbe ridurre il rischio di sviluppare l’Alzheimer.

4) L’omega 3. Provocano un sensibile miglioramento e una serie di effetti positivi sulle facoltà cognitive.

5) La citicolina. Questa sostanza è reperibile in ogni cellula del corpo umano e favorisce lo sviluppo del tessuto cerebrale. Nello specifico, migliora la comunicazione tra i neuroni e protegge le strutture nervose dai danni dei radicali liberi.

6) Il magnesio. Alimenti quali avocado e soia sono spesso consigliati nei soggetti che hanno dovuto affrontare gravi traumi cerebrali.

7) La colina. E’una sostanza presente nelle uova, e stimola la comunicazione tra le cellule cerebrali e il resto del corpo oltre che a proteggere il cervello in particolar modo negli anziani.

8) La fosfatidilserina e acido fosfatidico. Queste due molecole, presenti negli integratori alimentari, migliorano il processo di memorizzazione e dell’umore.

Ve lo aspettavate? Assumete quantità sufficienti di questi alimenti? Dite la vostra e mantenete il vostro cervello giovane!

Fonte ilsole24ore

Intestino irritabile? Prova con la menta piperita!

menta-piperitaCosa associate alla menta piperita?Sicuramente un bel ghiacciolo alla menta, con questo caldo! Sapete che che la menta piperita è anche un farmaco a base di erbe secolari che è stato usato per il trattamento di una vasta gamma di dolori addominali?

Ebbene sì, l’olio estratto dalla pianta di menta piperita contiene una serie di elementi, tra cui il più abbondante e forse il più importante farmacologicamente è il mentolo. Continua a leggere

Un bicchiere di vino? Non solo il rosso anche il bianco è OK

vino_bianco-2Una buona notizia per tutti gli amanti del vino bianco arriva da una rivista scientifica, Plose One, che pubblica uno studio coordinato da alcuni ricercatori dell’Università di Milano, con l’Università di Pisa, Torino e l’Ospedale Versilia di Viareggio.
Secondo questo studio anche il vino bianco al pari di quello rosso è in grado di sortire effetti benefici sul nostro organismo sempre che sia assunto in quantità moderata.

In particolare, lo studio si è concentrato su una componente del vino bianco che è l’acido caffeico. I ricercatori sono riusciti a dimostrare che questo acido, a dosi molto ridotte, riesce a fare aumentare la biodisponibilità dell’ossido nitrico che è una molecola dagli effetti cardioprottetivi e nefroprotettivi. Continua a leggere

Vuoi perdere peso? Prova con tanti piccoli pasti giornalieri

pasti-giornalieriUn recente studio effettuato da ricercatori americani dell’Ohio State University e divulgato sul Journal Nutritional Biochemistry, ha dimostrato che saltare i pasti non solo non è salutare ma anche deleterio per la linea in quanto il digiuno origina delle fluttuazioni, sia di glucosio che di insulina, che causano l’aumento dell’apide addominale dovuto ad un cattivo funzionamento del metabolismo.

Il docente nutrizionista presso l’Ohio State University e principale artefice della ricerca , Martha Belury, sostiene che assumere ridotte quantità di cibo, durante l’arco della giornata, è il comportamento idoneo per favorire la perdita di peso. Continua a leggere

Pancia gonfia? ecco i cibi da evitare!

pancia-gonfiaUn team di ricercatori dell’ Università La Sapienza di Roma ha da poco portato a termine uno studio che consente di delineare una dieta per sconfiggere il gonfiore addominale, con l’obbiettivo di regolarizzare le funzioni intestinali e a lenire i disturbi derivanti dalla sindrome del colon irritabile.

Si parla di “dieta”, anche se non vi sono privazioni ragguardevoli, ma accorgimenti alimentari.

Infatti, la ricerca, condotta dall’equipe medica diretta dal Prof. Enrico Stefano Corazziari, dà delle indicazioni su cibi consigliati e altri che, invece, vanno inseriti in una “lista nera”. Continua a leggere