Inquinamento domestico: sotto accusa i detersivi

prodotti-puliziaE’ risaputo: i detersivi che usiamo per la pulizia della nostra casa inquinano l’aria che respiriamo all’interno di essa, aumentando i rischi per la nostra salute in maniera considerevole.
A ribadire questo concetto che per molti può essere ovvio, è stato niente meno che un gruppo di ricercatori canadesi, appartenenti all’associazione ambientale “Difesa Canada”, che hanno testato il rilascio di composti organici volatili (Cov) durante l’uitilizzo dei detersivi.
Il test, della durata di 30 minuti, parlava chiaro: il numero dei composti dannosi rilasciati nelle mura domestiche erano il doppio di quelli che lascia un prodotto “a norma”.
I danni che può causare un rilascio esagerato di composti organici volatili possono dare risposta a molti comuni sintomi che manifestiamo in luoghi chiusi: irritazioni oculari, nasali e cutanei, e tosse.

Questi sintomi sgradevoli, se manifestati in maniera persistente, favoriscono la comparsa di patologie come l’asma. Ma non solo, il rischio può protrarsi fino a malattie ben più gravi.
Il Canada è privo di regole che determinano i parametri inquinanti di certi prodotti, perciò il test è stato svolto utilizzando come riferimento i punti stabiliti dalle leggi tedesche.

Anche molti prodotti considerati “green” superavano i limiti applicati nell’Unione Europea, destando preoccupazione proprio perchè pubblicizzati come ecologici.
Il prossimo passo, si spera, sarà quello applicare i parametri europei anche da quelle parti.

Fonte adnkronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *