Inverno e stanchezza fisica alle porte: come rimediare?

inverno-stanchezza-fisicaIl sopraggiungere dell’inverno coincide spesso con un calo del tono dell’umore e dell’energia. Subentra l’apatia, la voglia di non far nulla, a volte anche dolori alle braccia, alle gambe e alle articolazioni.

La stanchezza fisica si ripresenta puntualmente al cambio di stagione ed è una reazione del nostro organismo alla variazione del clima e della scansione giorno/notte. Il nostro corpo deve abituarsi al nuovo ritmo esterno, riprogrammando il proprio ritmo interno.

Quando arriva l’inverno, dobbiamo adattarci a vivere con un minor numero di ore di luce a disposizione e questo incide molto sul modo di vedere le cose e sul comportamento.

La luce del giorno, infatti, contribuisce ad aumentare la produzione di serotonina, il cosiddetto ormone del buonumore; al contrario, il buio fa aumentare la melatonina, l’ormone del sonno.

Ecco perché in inverno è più facile avvertire sensazione di stanchezza e desiderio di dormire.

Ma a quali rimedi si può ricorrere, per combattere il senso di spossatezza?
Si può agire su più livelli. Innanzitutto, si può cercare di prolungare l’esposizione alla luce diurna, facendo un po’ di attività fisica all’aperto o una passeggiata nelle ore più luminose.

E’ utile anche favorire l’illuminazione naturale delle casa, lasciando le tapparelle alzate il più possibile.
Anche sul piano dell’alimentazione possiamo fare qualcosa: il pieno di minerali e vitamina C, da immagazzinare consumando regolarmente frutta e verdura.

Un aiuto specifico arriva dal magnesio, che supporta l’umore e ridona energia. Si può assumere mediante integratori o alimenti come cacao amaro, mandorle, noci e nocciole, cereali integrali, piselli e fagioli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *