Legumi: preziosi alleati per controllare il colesterolo LDL

legumi-contro-colesterolo-ldlSecondo uno studio del Canadian Medical Association Journal (Vanessa Ha, et al. CMAJ May 13, 2014 vol. 186 no. 8. doi: 10.1503/cmaj.131727) con una dieta ricca di legumi è possibile abbassare il livello di colesterolo cattivo LDL.
Con soli 130 grammi di legumi al giorno si ridurrebbero del 5% i livelli il colesterolo LDL.

I legumi sono alimenti dal basso indice glicemico.
Grazie alle fibre presenti in una gran quantità nei legumi è possibile ridurre l’assorbimento del colesterolo alimentare. I legumi sono poveri di colesterolo e sostituiscono la carne che, invece, ne contiene alti livelli: sono i cosiddetti cibi buoni perché sostituiscono alimenti meno sani.

Consumati insieme ai cereali i legumi sono veri e propri sostituti della carne. Le proteine dei legumi contengono lisina e poca metionina, mentre i cereali compensano tale mancanza. I legumi non contengono grassi saturi, non contengono sodio o colesterolo tipici dei prodotti di origine animale. I legumi sono ottimi per i vegetariani e per le persone con alti livelli di colesterolo o di acido urico.

I legumi sono una buona fonte di proteine e restano un’ottima alternativa alla carne, ma non possono sostituirla del tutto: occorre inserire anche derivati della soia per avere le stesse proteine di alta qualità della carne.

I legumi possono creare gonfiore, dolori addominali e difficoltà di digestione a causa dell’ipersensibilità agli oligosaccaridi presenti nella nella buccia dei legumi, delle cipolle e dei carciofi.

I prodotti decorticati possono ridurre la fermentazione degli oligosaccaridi.

Fonte corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *