Mal di testa? Riduci il consumo di sale!

mal-di-testa-riduci-salePossibile che il tanto famigerato mal di testa possa sparire riducendo il sale? Alcuni studi ne danno la conferma.
La stragrande maggioranza della popolazione mondiale soffre del fastidioso mal di testa che pulsante, tensivo, cefalea a grappolo e quant’altro è uno dei dolori più odiati poiché pregiudica l’intera attività quotidiana di una persona.
Inutili dire che sovente questo disturbo non tende a passare o almeno a diminuire nonostante vari rimedi casalinghi, tradizionali cure della nonna e assunzione di analgesici da banco.
Secondo recentissimi studi come afferma una notizia pubblicata dal British Medical Journal questo debilitante problema tenderebbe a diminuire se si riduce almeno la metà del sale nell’alimentazione quotidiana.
Sotto la sapiente guida di Muhammad Amer ricercatore presso la Johns Hopkins University di Baltimora, circa 390 soggetti si sono prestati ad un interessante esperimento riducendo il sale nelle pietanze consumate giornalmente da 8 a 4 grammi.

In questo particolare saggio di prova, ben il 31% dei partecipanti ha avuto una netta riduzione del mal di testa.

Ma quello che è successo non è la sola cosa rilevante infatti, la sperimentazione ha appurato che il mal di testa si è ridotto sia negli individui’ipertesi’ che in quelli ‘normotesi’ e che il mal di testa non dipende da altre caratteristiche alimentari.

Katharine Jenner, nutrizionista del CASH, il Consensus Action on Salt and Health’ ha asserito che la riduzione del sale permette alla pressione arteriosa di abbassarsi e di conseguenza diminuiscono gli episodi di mal di testa con l’immenso beneficio di ridurre notevolmente l’assunzione di pillole analgesiche e farmaci antidolorifici.

Fonte ilsole24ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *