Pressione alta? Riduci le ore passate su internet!

Potrebbe risultare esagerato per alcuni, ma l’uso esagerato di internet rischia di essere una delle cause maggiori per la pressione alta negli adolescenti.

E’ il risultato di una ricerca effettuata nel 2015 da un gruppo di studiosi dell’Henry Ford Hospital di Detroit negli USA. Secondo quanto emerso dallo studio, i ragazzi che passano più di 14 ore a settimana sono quelli più a rischio di ipertensione, grazie a studi effettuati su 134 giovani volontari.

Di questi 134 giovani, ben 26 hanno registrato una pressione sanguigna più alta dei valori di norma.
Già navigare su internet non risultava particolarmente salutare per i giovani secondi alcuni vecchi studi, provocando sintomi come ansia, depressione, obesità e problemi sociali nella vita di tutti i giorni. Infatti secondo gli americani, il 46% di chi passa le ore su internet è in sovrappeso, contro il 26% di quelli che adoperano poco internet. Una differenza di ben 20%, anche se non è stato ancora pienamente dimostrato la netta correlazione tra internet e la pigrizia fisica.

La sola cosa certa che risulta dallo studio è che internet rende i ragazzi dipendenti ad esso e danneggiano la loro stessa salute.
Secondo il dottor Cassidy-Bushrow, uno degli autori dello studio dell’Ospedale di Detroit, è necessario che vengano poste moderazioni sui giovani riguardo l’uso di internet e, per questo, confida dell’utilizzo del buon senso da parte dei giovani sui computer, smartphone e facciano più attività fisica.

Secondo il dottore, 2 ore al giorno per 5 giorni alla settimana sono un buon compromesso per gli amanti di internet e delle tecnologie odierne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *