Problemi alla spalla? Può essere una sindrome da touch screen

sindrome-touch-screenDa anni si discute riguardo ai mali che smartphone, tablet e pc possono apportare nella nostra vita: un utilizzo prolungato di questi apparecchi può causare danni fisici.

Lo dimostra uno studio del dottor Jeong Ho Kim pubblicato sulla rivista Applied Ergonomics: l’uso di tastiere touch screen può causare problemi alla spalla più o meno gravi.

I ricercatori della Northern Illinois University di DeKalb hanno effettuato uno studio su dieci uomini e nove donne, sottoponendoli alla trascrizione di alcuni brani delle fiabe dei fratelli Grimm per mezzo di tre diverse tastiere: una touch screen e due tradizionali di computer e notebook.

Il risultato? Le tastiere tradizionali vengono usate con molta più velocità e destrezza rispetto alle “nuove arrivate”, e lo sforzo muscolare è notevolmente minore rispetto all’uso di un monitor touch screen.

Tramite degli elettrodi posizionati nelle braccia e nelle spalle e un rilevatore di pressione si è potuto constatare come “fare tap” richieda sforzi notevoli.

La posizione sospesa di avambraccio e mano, l’irrigidimento della spalla e la maggiore attenzione che si presta quando si scrive su una tastiera virtuale, sono fattori deleteri per il nostro fisico.

La spalla è maggiormente colpita, e nel corso del tempo potrebbe indolenzirsi e irrigidirsi. Ne escono vittoriose le care vecchie tastiere, per le quali si impiega molto meno sforzo per pigiare i tasti.

E voi in che rapporto siete con i vostri smartphone e tablet? Sacrifichereste il vostro benessere pur di “tappare” costantemente ed essere sempre in contatto e aggiornati?

Non sarebbe forse il caso di tornare a considerare i cari vecchi pc?

Fonte lastampa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *