Proteine e pochi grassi? Sì a pollo e tacchino!

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAIl segreto per un’alimentazione all’insegna della salute e del benessere? Quello di sostituire la carne rossa, almeno in parte, con il consumo di altri alimenti che – pur in presenza di buone caratteristiche nutrizionali – non presentino le stesse controindicazioni. Accanto a pesce e legumi si indicano come ottima alternativa le carni avicole: pollo e tacchino, ad esempio, sono in grado di associare leggerezza ad alto apporto proteico.

L’aspetto positivo delle carni avicole, come spiegato da un documento pubblicato di recente dalla Nutrition Foundation of Italy, è soprattutto quello di ridurre – rispetto al consumo di carni rosse – le conseguenze negative sulla nostra salute.

Nella cornice di un’alimentazione variegata, infatti, chi sostituisce le carni rosse con il consumo di carni di pollo o di tacchino risulta nel complesso meno predisposto a sviluppare alcuni disturbi, come per esempio le patologie cardiovascolari.

Merito del minore apporto di grassi, presenti in percentuale più ridotta rispetto alla carne vaccina.

Merito anche, però, di tipologie di allevamento che ricorrono meno alla somministrazione di ormoni e antibiotici agli animali.

Come spiegato dal Dottor Guido Grilli, in qualità di presidente della Società italiana di patologie aviarie, la somministrazione di ormoni a tacchini e polli non presenterebbe benefici per la crescita degli animali, perché caratterizzati da un ciclo vitale troppo ridotto. Sarebbero particolarmente attenti, infine, anche le modalità e i dosaggi degli antibiotici, sempre sottoposti ad accurato controllo da parte del veterinario e delle autorità sanitarie competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *