Scacco matto all’osteoporosi, in arrivo una molecola capace di rinforzare le ossa

osteoporosiBuone notizie per la cura di una malattia che affligge in genere le persone più mature: l’osteoporosi.

I ricercatori di un’importante centro di ricerca americano, lo Scripps Research Institute della California, hanno trovato una proteina capace di bloccare gli effetti degenerativi di questa malattia sulle ossa.

Gli scienziati del prestigioso Centro di Ricerche californiano hanno portato a termine un avanzato progetto scientifico che permetterà ai malati di osteoporosi di avere un ricambio delle cellule ossee grazie ad un composto, conosciuto con nome scientifico SR2595, capace di bloccare l’attività di una proteina (PPARy) che incide sulla riproduzione delle cellule ossee.

Il nuovo farmaco quindi rafforzerà le ossa che con l’avanzare dell’età tendono a indebolirsi con la perdita di minerali e un ricambio delle cellule molto rallentato.

Il processo scientifico è maturato grazie allo studio delle cellule staminali e alle analisi fatte su esperimenti portati a termine su animali da laboratorio, come i topi.
Il farmaco di nuova generazione rientra nel più ampio campo dei farmaci di nuova generazione che ha per oggetto la riproduzione e lo studio delle cellule staminali, una vera e propria nuova frontiera per la medicina e la salute dell’essere umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *