Spinaci: una porzione al giorno ti fa ringiovanire di 11 anni

Schermata 2015-04-14 alle 16.00.58L’apporto di spinaci nella dieta consente di arrestare il decadimento cellulare del cervello, soprattutto in caso di malattie neuro-degenerative quali la demenza senile oppure l’Alzheimer.

È questa la scoperta annunciata nelle prime ore del 1° aprile dall’Università di Chicago, dove un team di ricerca, diretto dalla dottoressa Martha Claire Morris, ha studiato gli effetti di questo alimento sull’organismo umano: una porzione quotidiana di spinaci fa “ringiovanire” il cervello umano di circa 11 anni.

Per questo è importante aumentare il consumo di spinaci e di verdura a foglie verdi fin dal momento in cui iniziano a manifestarsi i primi segni di declino delle capacità cognitive e mentali, in modo da prevenire lo sviluppo successivo dell’Alzheimer o della demenza.

La convenienza della terapia consiste nel fatto di essere un metodo estremamente semplice e non invasivo, basato solo sull’apporto di vitamina K, acido folico, luteina e beta-carotene.
I test condotti dai ricercatori sono stati ben 19 ed hanno riguardato circa 1.000 volontari con un’età media di 81 anni, controllati ogni anno per un periodo di tempo variabile dai 2 ai 10 anni.

È stato osservato che i volontari che hanno assunto una porzione di spinaci regolare e quotidiana presentavano un declino delle facoltà cognitive minore (fino a bloccarlo per 11 anni) rispetto a quelli che non lo facevano.

Ovviamente, esistono altri elementi che influenzano i dati, quali l’attività fisica svolta ed i fattori ereditari.
I risultati della ricerca saranno descritti in dettaglio nella settimana nel corso della Conferenza di biologia sperimentale nella città di Boston.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *