Archivi tag: featured

6 buoni motivi per fare sport

In molti pensano che correre e in più in generale fare sport serva esclusivamente per restare in forma. In realtà, anche se a qualcuno può sembrare sorprendente, ci sono altri dieci motivi che non riguardano la forma fisica per cui fare sporta fa decisamente bene.

1. Per essere più felici

In primis, perché rende più felici, dal momento che quando il corpo è in movimento rilascia endorfine, sostanze chimiche naturali che favoriscono ottimismo, spensieratezza e felicità. Continua a leggere

Dolci di Pasqua: ecco le ricette più gustose!

Natale con i tuoi Pasqua con chi vuoi! Si, ma a patto che alla fine del pranzo si porti in tavola un bel dolce di Pasqua!

Non solo il classico uovo di Pasqua e la colomba, se volete fare una sorpresa ai vostri ospiti dovete osare di più ed essere originali!

Sul sito di Vallè potete trovare tantissime ricette di dolci di Pasqua, una più gustosa dell’altra, riuscirete quindi ad ottenere un successone e deliziare il palato dei commensali come se fossere nel migliore dei ristoranti! Continua a leggere

Fai sport? Ricordati di fare stretching…prima e dopo!

stretching-lamiasaluteUna corretta attività fisica non può assolutamente prescindere da una fase di riposo che consenta all’organismo di recuperare, sia in termini di sforzo che di lavoro muscolare.
Un allenamento ben organizzato dovrebbe essere costituito da una fase di esercizio intenso, durante il quale si sottopone il fisico ad uno sforzo notevole fino a portarlo al limite, per poi alternarlo ad una fase di riposo in cui si va gradatamente riducendo l’intensità dell’esercizio e il carico di lavoro. Continua a leggere

I 5 cibi da evitare per rimanere giovani sempre più a lungo

giovani-piu-a-lungoCi si affanna spesso alla ricerca di creme e prodotti estetici per avere sempre un aspetto giovane, ma non ci si rende conto frequentemente che la prima soluzione potrebbe essere una corretta alimentazione.

Numerosi sono infatti i cibi considerati veri e propri acceleratori dell’invecchiamento poiché responsabili di danni a cellule.

Così la dietologa australiana, Susie Burrell, ha approfondito i suoi studi su tale argomento, stilando una lista dei cinque cibi da evitare per rimanere giovani.

Attenzione soprattutto rivolta a cibi molto dolci o salati che dunque possono avere effetti rilevanti sull’organismo.
Nei cinque cibi da evitare per mantenere sempre un aspetto giovane troviamo i muffin. Continua a leggere

Vuoi un cervello sempre giovane? Ecco i cibi giusti per te!

cervello-giovaneIndubbiamente chiunque cerca di mantenere sempre giovane e in forma il proprio fisico.
Quanti di voi tengono il proprio cervello in forma?
Ecco una serie di cibi adatti a rallentare l’inevitabile declino cognitivo.

1) Il cioccolato. Proprio così, infatti, i flavanoli, contenuti nel cacao presentano la peculiarità di potenziare le capacità mnemoniche sviluppando una specifica area del cervello.

2) I mirtilli. Questi frutti hanno effetti positivi sulle facoltà neurocognitive. Secondo tali bacche rafforzano la segnalazione neuronale tra le diverse aree cerebrali.

3) Le noci. Come noto, mangiare quotidianamente qualche noce potrebbe ridurre il rischio di sviluppare l’Alzheimer.

4) L’omega 3. Provocano un sensibile miglioramento e una serie di effetti positivi sulle facoltà cognitive.

5) La citicolina. Questa sostanza è reperibile in ogni cellula del corpo umano e favorisce lo sviluppo del tessuto cerebrale. Nello specifico, migliora la comunicazione tra i neuroni e protegge le strutture nervose dai danni dei radicali liberi.

6) Il magnesio. Alimenti quali avocado e soia sono spesso consigliati nei soggetti che hanno dovuto affrontare gravi traumi cerebrali.

7) La colina. E’una sostanza presente nelle uova, e stimola la comunicazione tra le cellule cerebrali e il resto del corpo oltre che a proteggere il cervello in particolar modo negli anziani.

8) La fosfatidilserina e acido fosfatidico. Queste due molecole, presenti negli integratori alimentari, migliorano il processo di memorizzazione e dell’umore.

Ve lo aspettavate? Assumete quantità sufficienti di questi alimenti? Dite la vostra e mantenete il vostro cervello giovane!

Fonte ilsole24ore

Lo sviluppo del bambino può essere danneggiato da uso di antibiotici in anticipo. Lo studio

child-receiving-medicineL’uso frequente di antibiotici nella prima infanzia può portare ad un aumento di peso, aumento della crescita delle ossa e batteri intestinali alterati, secondo un nuovo studio pubblicato su Nature Communications .

Secondo il team di ricerca, tra cui il dottor Martin Blaser della Langone NYU School of Medicine presso la NYU Langone Medical Center di New York, NY, 262 milioni di cicli di antibiotici sono stati prescritti a pazienti ambulatoriali negli Stati Uniti nel 2011 – l’equivalente di 842 cicli per 1.000 persone ogni anno. Continua a leggere

Problemi di sonno? Sono dannosi quanto il fumo

dormire-pocoUna condizione di sonno scarso, meno di 7 ore ogni notte, rappresenta un grave fattore di rischio per l’insorgenza di patologie cardiache e polmonari.

Sono questi i risultati di uno studio effettuato su 657 uomini russi che non presentavano casi di malattie cardiovascolari, ipertensione o diabete in famiglia, come quanto riportato, tra gli altri, sul sito di Medical News Today.

Lo studio condotto dal team del prof Valery Gafarov, della Russian Academy of Medical Sciences di Novosibirsk, ha rivelato che non solo dormire poco diminuisce attenzione, concentrazione e capacità di lavorare, ma può addirittura rappresentare un rischio per la salute pari al dannoso fumo di sigaretta.

Una cattiva notizia, quindi, per chi sacrifica il riposo notturno come se si trattasse di una riserva cui attingere nel caso non si abbia tempo per altre attività. Continua a leggere

Tieni alla salute della tua vista? Mangia alimenti colorati

cibi-coloratiSe si vogliono prevenire malattie agli occhi come cataratte e degenerazioni maculari, allora bisogna alimentarsi con cibi in grado di prevenire la formazione di queste malattie.

A dirlo è il libro pubblicato dalla American Macular Degeneration Foundation.

Tra gli alimenti che fanno bene senz’altro alla vista, c’è sicuramente la carota, che contribuisce alla salute dei nostri occhi, e che addirittura, in qualche caso, la vista possa anche migliorare grazie al cibo che si mangia, come ci spiega il pediatra oftalmologo della Loyola University, il dottor James McDonnell, autore tra l’altro, insieme alla dottoressa Jennifer Thompson, del libro “Eat right for your sight”. Continua a leggere

Salute del cuore: la dieta mediterranea riduce i rischi di cardiopatie del 47%

dieta-mediterraneaUniversalmente osannata per via della sua bontà e dei benefici apportati all’organismo, la dieta mediterranea, vero e proprio fiore all’occhiello dei Paesi che si affacciano sull’omonimo mare, col passare del tempo si scopre portatrice di nuove virtù, tra cui quella di riuscire a diminuire del 47% – dunque quasi a dimezzare – il rischio di sviluppare una patologia cardiovascolare.

Tale percentuale sarebbe addirittura superiore a quella assicurata da una corretta e regolare attività fisica.

A fare l’importante scoperta sono stati alcuni ricercatori dell’Harokopio University di Atene, in Grecia, i quali hanno condotto uno studio su 2500 cittadini greci tra i diciannove e gli ottantanove anni.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista medico-scientifica “Journal of the American College of Cardiology”.

Tenuti sotto stretta osservazione da parte dell’equipe medica universitaria, i partecipanti allo studio sono stati osservati per un periodo di dieci anni dal punto di vista dello stato di salute e delle abitudini alimentari.

Si è così potuto notare che tra i volontari che seguivano una dieta di tipo mediterraneo – ovvero ricca di alimenti dall’elevato valore nutritivo quali frutta, verdura, cereali, noci, legumi, pesce e olio d’oliva – il rischio di sviluppare patologie cardiache era molto più basso (del 47%, appunto) rispetto a quello corso da chi seguiva un’alimentazione di altro tipo.

Era persino più basso di quello di chi aveva sempre svolto una regolare attività fisica.

Non solo: tale dieta, infatti, si rivelava spesso determinante in caso di altre patologie come diabete, ipertensione e infiammazioni. “Dato che la dieta mediterranea è costituita da alimenti abbastanza comuni o semplici da trovare” ha fatto notare Ekavi Georgousopoulou, uno degli artefici della ricerca “le persone di tutto il mondo potrebbero facilmente adottare questo modello alimentare e proteggersi contro le malattie cardiache, con costi piuttosto contenuti”.

Proteine e pochi grassi? Sì a pollo e tacchino!

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAIl segreto per un’alimentazione all’insegna della salute e del benessere? Quello di sostituire la carne rossa, almeno in parte, con il consumo di altri alimenti che – pur in presenza di buone caratteristiche nutrizionali – non presentino le stesse controindicazioni. Accanto a pesce e legumi si indicano come ottima alternativa le carni avicole: pollo e tacchino, ad esempio, sono in grado di associare leggerezza ad alto apporto proteico. Continua a leggere