Archivi tag: salute delle ossa

Mal di schiena al lavoro? Combattilo così

Secondo recenti indagini, 9 persone su 10 soffrono di mal di schiena.

È un disturbo sempre più diffuso che colpisce uomini e donne, senza distinzione di età.

Spesso le cure mediche rappresentano solo un palliativo poiché diminuiscono il dolore, ma non lo eliminano. Il mal di schiena, infatti, resta sempre in agguato e quando meno ce lo aspettiamo eccolo attaccarci e costringerci a letto.

Occorre, quindi, agire direttamente alla fonte del problema, individuando la causa dell’infiammazione per eliminarla. Continua a leggere

Tanti motivi per alzarsi dalla sedia, stare seduti è pericoloso!

(c) Stamford Museum; Supplied by The Public Catalogue FoundationBrutte notizie per le donne abituate a trascorrere ore sedute alla scrivania del proprio ufficio oppure in casa, intente a leggere o a navigare dal tablet.

Stando a quando dimostrato da uno studio condotto dall’America Cancer Society, infatti, stare sedute per più di sei ore sarebbe molto pericoloso per le donne in quanto aumenterebbe il rischio di sviluppare un tumore al seno o alle ovaie.

E l’aumento del rischio non è certo trascurabile, visto che secondo gli esperti sarebbe addirittura del 10%.

Che fare, dunque? È molto semplice: se proprio si è costrette a trascorrere parte delle proprie giornate sedute, è buona regola alzarsi spesso, spezzando l’inerzia con un po’ di movimento; basta poco, anche solo il semplice alzarsi dalla sedia per fare qualche passo in giro per la stanza o meglio fuori, all’aria aperta, è un vero toccasana e riduce notevolmente i rischi. Continua a leggere

Scacco matto all’osteoporosi, in arrivo una molecola capace di rinforzare le ossa

osteoporosiBuone notizie per la cura di una malattia che affligge in genere le persone più mature: l’osteoporosi.

I ricercatori di un’importante centro di ricerca americano, lo Scripps Research Institute della California, hanno trovato una proteina capace di bloccare gli effetti degenerativi di questa malattia sulle ossa.

Gli scienziati del prestigioso Centro di Ricerche californiano hanno portato a termine un avanzato progetto scientifico che permetterà ai malati di osteoporosi di avere un ricambio delle cellule ossee grazie ad un composto, conosciuto con nome scientifico SR2595, capace di bloccare l’attività di una proteina (PPARy) che incide sulla riproduzione delle cellule ossee. Continua a leggere